lunedì 26 Febbraio 24

Carcere Taranto, 50enne si toglie la vita

“Situazione negli istituti di pena drammatica”

 

Un uomo di 50 anni, detenuto nella casa circondariale di Taranto si sarebbe tolto la vita la notte scorsa. Il 50enne, condannato in via definitiva, a quanto sembra, aveva problemi psichici. Sulle condizioni delle carceri italiane è intervenuto il segretario regionale della Uil Pa Polizia penitenziaria Puglia, Stefano Caporizzi che parla di “situazione drammatica con una mancanza di dotazione tecnologica o non funzionante, equipaggiamenti inidonei e insufficienti, una carenza di 18mila unità di polizia penitenziaria e che vede Taranto come la cenerentola italiana”. Il caso resta emblematico di un più ampio disagio patito dagli ospiti della struttura detentiva, spesso in sovrannumero e privi della dovuta assistenza. Questioni denunciate a più riprese in passato dal Sappe.

Articoli Correlati

Ex Ilva, Peacelink scrive al Ministro Urso. “Chiediamo coraggio per avviare la riconversione”

“Nessuna ragione storica, industriale ed etica giustifica la decisione di tenere in funzionamento questo impianto industriale”. Riportiamo integralmente la nota “All'attenzione del ministro Urso e...