giovedì 18 Luglio 24

Guardia di Finanza, stretta su lavoro a nero ed evasione fiscale nel Tarantino

Controlli a tappeto a Taranto e provincia: 70 i lavoratori in nei individuati dalle Fiamme Gialle, 57 ancora in fase di verifica

Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Taranto hanno eseguito una serie di interventi finalizzati a garantire la sicurezza economico-finanziaria dell’intero territorio provinciale.

Nei comuni di Taranto, Grottaglie, Pulsano, Martina Franca, Manduria, Fragagnano, San Marzano di San Giuseppe, Maruggio, Torricella, Avetrana, Crispiano, Palagiano e Laterza sono stati individuati ben 70 lavoratori “in nero; sono in corso, inoltre, specifici approfondimenti finalizzati a verificare la regolarità dell’assunzione di ulteriori 57 lavoratori.

Le violazioni riscontrate hanno riguardato i settori economici della ristorazione, dell’edilizia, dell’agricoltura e dell’abbigliamento. 

I Reparti jonici hanno effettuato, inoltre, diversi accertamenti in materia di memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi telematici (scontrini e ricevute fiscali) che hanno portato alla constatazione di numerose irregolarità.

“Il lavoro nero e l’evasione fiscale – scrive la Guardia di Finanza – costituiscono un grave ostacolo allo sviluppo economico, perché distorcono la concorrenza e l’allocazione delle risorse, minano il rapporto di fiducia tra cittadini e Stato e penalizzano l’equità, sottraendo spazi di intervento a favore delle fasce sociali più deboli”.

Da qui l’importanza dell’azione “chirurgica” svolte dalle Fiamme Gialle contro gli evasori fiscali contro il sommerso d’azienda e da lavoro.

Articoli Correlati

Sin Taranto, Melucci: “Bene approccio pragmatico al tema delle bonifiche”

“La nostra proposta operativa essenzialmente verte su di un significativo recupero della zona orientale del territorio comunale, soprattutto la Salina, del retroporto già inserito nel...