giovedì 23 Maggio 24

Spaccio in monopattino: un arresto e una denuncia

Il comportamento estremamente nervoso del giovane fermato a bordo del suo mezzo ha confermato i sospetti degli agenti procedendo alla perquisizione

Il personale della Polizia di Stato, da alcuni giorni, aveva messo sotto osservazione un giovane tarantino di 23 anni che, soprattutto nelle ore pomeridiane e serali, a bordo del suo monopattino, era dedito alla spaccio di sostanze stupefacenti.

I Falchi della Squadra Mobile, nel corso dei loro servizi di osservazione, avevano maturato dei sospetti sulla circostanza che il giovane, dopo essere sceso di casa a bordo del suo mezzo, percorreva le tante traverse attigue al suo condominio, per incontrarsi con i suoi clienti.

Fermato per un controllo a bordo del suo mezzo, il suo comportamento estremamente nervoso ha dato ai poliziotti la conferma dei loro sospetti.

La perquisizione personale ha permesso di recuperare un mazzo di chiavi che, a dire del giovane, erano relative ad un altro appartamento distante pochi isolati. Ma il tentativo di depistare le indagini non è andato a buon fine: mentre il giovane e l’equipaggio si dirigeva verso l’indirizzo indicato, un’altra squadra di Falchi si è portata contemporaneamente presso il domicilio che da alcuni giorni era sotto controllo.

Saliti al terzo piano dello stabile i poliziotti hanno sorpreso un altro giovane, un 24enne già conosciuto alle Forze di Polizia per i suoi precedenti in materia di spaccio, uscire con delle dosi di sostanza stupefacente tra le mani proprio dalla casa del ragazzo fermato poco prima. Vano è stato il disperato tentativo di chiudersi in casa.

Dal primo sommario controllo effettuato dagli agenti di Polizia è stato possibile recuperare la droga che quest’ultimo aveva con sè: circa 50 grammi di hashish e 10 grammi di marijuana, racchiusa in alcune bustine di cellophane trasparente.

Nella perquisizione domiciliare i poliziotti hanno recuperato altri 17 grammi di hashish molto simile a quella appena sequestrata, due coltellini, la somma di 15 euro ed alcune bustine di cellophane utilizzate per confezionare le dosi di droga.

Il 24enne sorpreso in possesso della droga è stato tratto in arresto quale presunto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, mentre l’altro giovane è stato denunciato in stato di libertà per lo stesso reato.

Articoli Correlati