venerdì 19 Aprile 24

In Puglia parte il Treno della Memoria

Emiliano: “Un progetto rivolto ai giovani di altissimo valore sociale e culturale”

“Quando si entra per la prima volta ad Auschwitz l’impatto è fortissimo, si ha una percezione tangibile, profonda, reale dell’immane tragedia della Shoah. Questo viaggio io l’ho fatto anni fa proprio con i ragazzi e le ragazze del Treno della Memoria. Grazie al grande lavoro dell’associazione si arriva li preparati, la visita nei campi di sterminio si inserisce in un percorso di memoria e conoscenza che parte dalla scuola e si sviluppa in momenti preziosi di dialogo e condivisione. La Regione Puglia nel sostenere questo progetto per il suo altissimo valore culturale e sociale, intende contribuire ad allargare il più possibile la platea dei partecipanti a questa esperienza. Per dare concretezza alla Giornata della Memoria tramandando il suo significato di generazione in generazione e rafforzando quel filo che intreccia testimonianza, consapevolezza e sensibilità”.

Sono le parole del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che, in occasione della Giornata della Memoria, ha voluto fare un annuncio importante: è stato approvata ieri dalla Giunta Regionale la Convenzione triennale tra la Regione Puglia e l’Associazione Treno della Memoria finalizzata a sostenere l’omonimo progetto, che ad oggi ha accompagnato più di 60mila persone lungo un percorso di conoscenza della storia europea in memoria delle vittime dell’Olocausto.

Il Treno della Memoria, progetto nato in Puglia nel 2005, per l’edizione in corso, la diciottesima, ha come mete Berlino e Cracovia. Dieci le partenze in programma, che quest’anno coinvolgeranno 6.000 studenti ed adulti, di cui 2.000 pugliesi. Il Dipartimento Turismo, Economia della Cultura, Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, capofila dell’istruttoria per la convenzione, ha incontrato stamane nel piazzale antistante il Palaflorio di Bari gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado in partenza con “Il Treno della Memoria”, il quarto gruppo dei dieci.

Ad inaugurare il “pellegrinaggio laico” per seicento ragazze e ragazzi pugliesi le parole della consigliera delegata alle Politiche Culturali, Grazia Di Bari, e del Direttore di dipartimento, Aldo Patruno.

 

Articoli Correlati

I vescovi pugliesi in udienza da Papa Francesco

L'arcivescovo di Brindisi e Otranto, mons.Intini: "Ci ha raccomandato fermezza e affidabilità" È durata un'ora e mezza l'udienza tra Papa Francesco e i vescovi pugliesi...