giovedì 23 Maggio 24

AdI, consegnate le prime due nuove gru: “Abbiamo scelto per Taranto la tecnologia più avanzata”

In una nota ufficiale Acciaierie d’Italia spiega di aver acquistato per le specifiche esigenze dell’area portuale di Taranto quattro nuove gru, di cui due già consegnate, che movimenteranno ciascuna 2mila tonnellate l’ora

Consegnate le prime due di quattro nuove gru LPS 800 presso l’Area Portuale di Taranto gestite da Acciaierie d’Italia.

Le nuove gru, fornite da Liebherr – leader mondiale del settore mezzi di sollevamento e movimentazione materiali – aumenteranno significativamente la capacità di gestione dei flussi di materie prime in arrivo al porto di Taranto.  

Lo comunica attraverso una nota ufficiale Acciaierie d’Italia, aggiungendo che “i nuovi macchinari LPS 800 rappresentano la tecnologia più avanzata nel campo della movimentazione di materie prime per il settore siderurgico. Al fine di rispondere alle specifiche esigenze del Porto di Taranto e dell’acciaieria, Acciaierie d’Italia ha scelto una versione ad hoc del modello LHM 800, la più grande gru a portale presente nel portafoglio Liebherr”.

L’azienda spiega, infatti, che questo modello personalizzato permetterà di utilizzare le vie di corsa già presenti sulla banchina del porto e di migliorare l’efficienza e la sicurezza rispetto agli attuali macchinari installati alimentati a gasolio ed installati su portali mobili.

Il profilo snello rende, inoltre, questi macchinari più resistenti all’azione del vento, e la tecnologia Liebherr SmartGrip assicura una migliore tenuta del materiale ripreso dalle navi riducendo il rischio di spolverio dello stesso.

Ciascuna gru potrà movimentare fino a 2.000 tonnellate l’ora, permettendo di sfruttare anche lo spazio sotto al portale.  

Articoli Correlati