mercoledì 24 Aprile 24

Gruppo Ferretti, Borraccino: “Avanti con l’insediamento a Taranto”

L’Accordo di Programma prevede tempi strettissimi per le fasi di affidamento

La Regione Puglia ha espresso voto favorevole alle osservazioni e raccomandazioni che il Consiglio Superiore dei lavori pubblici (CSLLPP) ha ritenuto di suggerire e introdurre con il suo parere positivo, richiesto su istanza dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio , sul progetto di messa in sicurezza e reindustrializzazione dell’area ex Yard Belleli, trattandosi di un intervento che ha importanti ricadute ambientali e paesaggistiche.

“Il progetto ha un  valore complessivo di 201,2 milioni di euro,  – precisa Cosimo Borraccino, Consigliere del Presidente Emiliano per l’attuazione del Piano Taranto – di cui 137,5 milioni di finanziamento pubblico per il completamento della bonifica e le opere di infrastrutturazione e 63,6 milioni di investimento privato per l’attrezzaggio e la messa in esercizio di uno stabilimento produttivo per la costruzione di modelli e stampi per la produzione di scafi, coperte e sovrastrutture da parte della Ferretti S.p.A, soggetto privato coinvolto nel progetto insieme a Regione, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Autorità di Sistema portuale del Mar Ionio”.

L’Accordo di Programma prevede tempi strettissimi per le fasi di affidamento : 90 giorni dalla validazione del progetto e l’esecuzione dei lavori della durata di 18 mesi.

“Questo progetto è davvero importante perché ci fa uscire dall’idea che Taranto non è solo una città occupata di acciaio – aggiunge Borraccino –  Anzi si apre verso un settore di produzione che vogliamo rivitalizzare, cioè quello della cantieristica navale da diporto, su cui ci crediamo molto dando il nostro supporto , anche con le fiere di settore proprio in Salento.  Inoltre è un intervento che vede insieme pubblico e privato collaborare per la bonifica e messa in sicurezza permanente del sito e la realizzazione del nuovo insediamento per la produzione di componenti semilavorati per barche di lusso. Potrebbe, quindi, essere apripista per altri investimenti simili, – conclude il Consigliere – e quindi portare a una consistente riqualificazione dell’area industriale di Taranto sia in termini ambientali che occupazionali.

Articoli Correlati

Ex TCT, aperto tavolo permanente al Mit

“Il Ministero sta verificando eventuali residui delle somme impegnate per poter garantire il traghettamento all'approvazione della proroga” “Nell'incontro pomeridiano al Ministero delle Infrastrutture e dei...