giovedì 20 Giugno 24

Morselli, ex Ilva: “Con i fondi priorità ai costi dell’energia”

Lo ha dichiarato l’amministratore delegato di Acciaierie d’Italia durante il suo intervento in commissione Industria del Senato sul decreto legge 2 del 2023

“Quando arriveranno i fondi, è evidente che ci sarà una parziale destinazione ai costi di energia, questo è normale. Il costo energia è stato il numero 1. Il costo dell’energia è stato esorbitante e noi assorbiamo il 2 per cento dell’energia in Italia”. Lo ha detto Lucia Morselli, amministratore delegato di Acciaierie d’Italia, ex Ilva, intervenendo in commissione Industria del Senato sul decreto legge 2 del 2023. Il debito energetico dell’ex Ilva è infatti il più elevato da coprire rispetto a tutti gli altri. Rispondendo sul credito maturato da Sanac, uno dei fornitori dell’ex Ilva (materiali refrattari), “con i fornitori – ha spiegato Morselli – abbiamo sempre piani di pagamento. E con la Sanac a ore il debito verrà dimezzato e presto scomparirà. Le posizioni che abbiamo nei loro confronti verranno onorate” ha aggiunto l’amministratore delegato di AdI sui fornitori. Ed ha poi aggiunto: “L’investitore ha anticipato quasi 2 miliardi di euro, ora tocca al socio italiano. Il  decreto legge è in linea con gli accordi fatti. Io – ha puntualizzato – sono il capo dell’azienda Acciaierie d’Italia tutta, non rappresento solo il socio straniero, la mia individuazione viene da un azionista, così come il presidente è indicato dall’altro azionista, ma tutto il cda lavora per il successo della società a prescindere dalle nomine”. (AGI)

Articoli Correlati