venerdì 23 Febbraio 24

Taranto, FdI: “Melucci governa senza confronto”

Secondo i consiglieri Vietri e Toscano la vicenda che ha visto defenestrare due consiglieri della maggioranza palesa dei limiti nell’Amministrazione. “La città manca di un leader in grado di ascoltare”

“Con la rimozione dell’assessore Luppino speriamo che ora anche il Movimento Cinque Stelle di Taranto si interroghi su chi ha mandato a Palazzo di città. Rimuovere un assessore per delle dichiarazioni rese da un ex consigliere comunale o per dei distinguo sulla vicenda Ilva è il chiaro segnale di mancanza di democrazia all’interno dell’amministrazione comunale”. Così intervengono i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia Giampaolo Vietri e Tiziana Toscano sulla decisione del sindaco in seno alla sua Giunta.

Secondo i consiglieri l’Amministrazione “dovrebbe ritenersi arricchita dalla diversità delle opinioni” mentre “innalza barriere invalicabili quando idee diverse sono espresse dall’opposizione e usa il bastone se ad esternarle sono rappresentanti della sua stessa maggioranza”.

“Un atteggiamento tipico di chi non è incline al confronto,  – stigmatizzano Vietri e Toscano – di chi non sa valorizzare i diversi contributi, di chi non intende ascoltare, come fa il sindaco assentandosi in consiglio comunale e non presentandosi, invitato a farlo, a relazionare presso la commissione di Garanzia e Controllo del comune sulle vicende che riguardano l’Amiu. Un comportamento quello di Melucci che andrà a ledere gli interessi della città, – concludono – orfana di una figura di leader in grado di ascoltare e far giungere tutti gli attori in campo a sintesi sugli obiettivi da raggiungere sulle questioni strategiche per il territorio”

Articoli Correlati

Taranto, Parisi si dimette da vicepresidente della Provincia

Il sindaco di Ginosa lascia l'incarico: "Trasformismo politico e instabilità hanno radicalmente mutato le condizioni che portarono alla mia nomina" "Nella giornata di ieri ho...