giovedì 20 Giugno 24

Taranto, scarseggiano i farmaci. Festinante: “Era previsto, la Regione cosa fa?”

Il consigliere comunale del Gruppo Misto di minoranza, Cosimo Festinante, presenterà un’interrogazione alla Giunta regionale in merito alla penuria di farmaci a Taranto e nell’intera regione

A Taranto scarseggiano i farmaci in farmacia, non solo sciroppi per bambini, Brufen, Clenil e Fluimucil ma anche i cosiddetti farmaci salvavita.

E’ quanto emerge da un’indagine condotta presso le farmacie del quartiere Tamburi dal consigliere comunale del Gruppo Misto di minoranza, Cosimo Festinante.

E’ notorio – scrive Festinante – che i farmaci stagionali non sono consegnati perché i depositi sono sprovvisti e le ditte non li inviano. I farmacisti lamentano che vi sono ordini da dicembre non ancora arrivati, perché l’approvvigionamento risulta insufficiente. Tutto questo sta destando allarme e provoca un disservizio“.

“La situazione della fornitura dei farmaci sta peggiorando sempre di più in tutto il Paese – sottolinea il consigliere comunale d’opposizione – il ministro della Salute Orazio Schillaci sta consultando un team di esperti sul tema.
In questi giorni incontrerò il Consigliere Regionale Massimiliano Di Cuia al quale chiederò di presentare un’interrogazione alla Giunta Regionale, segnalando questa situazione deplorevole e chiedendo quali misure precauzionali intende adottare la Regione Puglia ? La strozzatura delle forniture era prevista da tempo, non solo in Italia e quindi anche in Puglia, e proprio per questo motivo ritengo che ci sia già stato il tempo di pensare a una strategia e per considerare clausole di garanzia adeguate per il futuro nei contratti di fornitura con le aziende farmaceutiche; vorrei che si evitasse che la scarsità delle forniture possa avere esiti drammatici, in particolare se pensiamo all’importanza dei farmaci salvavita
“.

Articoli Correlati