sabato 15 Giugno 24

Ex Ilva: Arpa rileva emissioni record di benzene a Taranto

Per Angelo Bonelli, co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra Angelo Bonelli, il provvedimento proposto dal Governo Meloni contrasta con le decisioni della Corte di Giustizia Europea che ha condannato l’Italia per il grave inquinamento della città di Taranto

“A Taranto l’inquinamento cresce, come dimostrato da una lettera che, in data 5 gennaio, la dirigenza di Arpa Puglia ha inviato ai commissari dell’ex Ilva, chiedendo di intervenire per ridurre le emissioni di benzene, composto tossico che genera il cancro, in particolar modo rilevati dalla stazione situata nel quartiere Tamburi dove i dati parlano, a novembre 2022, di una media di benzene pari a 3,3 nanogrammi per metro cubo, un valore superiore alle medie rilevate dal 2019 al 202”.

Lo afferma in una nota il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra Angelo Bonelli, aggiungendo che “intanto il governo Meloni intende introdurre, per decreto, l’immunità penale a favore degli amministratori ex Ilva, sancendo l’impossibilità, da parte dell’autorità giudiziaria, di emanare provvedimenti interdittivi, come ad esempio i sequestri nei confronti dello stabilimento, e legando le mani ai magistrati”.

   “Il provvedimento proposto dal Governo Meloni – prosegue Bonelli – viola le norme dello Stato italiano in materia ambientale e quelle relative alla salute e alla sicurezza sui luoghi di lavoro, infliggendo un colpo mortale alle possibilità di riscatto sociale e di risanamento ambientale di un luogo che, da decenni ormai, è martoriato dall’inquinamento”. “Inoltre – conclude – contrasta con le decisioni della Corte di Giustizia Europea che ha condannato l’Italia per il grave inquinamento della città di Taranto. Il Governo Meloni invece di accelerare sulle bonifiche, utilizzando risorse per risanare luoghi altamente inquinati, sancisce con decreto legge che a Taranto c’è libertà di inquinare nell’impunità più totale, mettendo a rischio ancora la salute dei cittadini e impedendo loro le possibilità di riscatto”. (ANSA).

Articoli Correlati

Puglia, al via la campagna di contrasto agli incendi boschivi

Importante la collaborazione dei cittadini nella tempestiva segnalazione al numero ambientale 1515 Nell'ambito dei compiti istituzionali dei Carabinieri Forestali, ed a seguito dell'accordo sottoscritto con...