giovedì 20 Giugno 24

Falò di San Giuseppe, rimossi ingombranti pericolosi

“Gravi danni all’ambiente e possibili pericoli per l’incolumità dei cittadini”

Cataste di legna, vecchi mobili, materassi, porte, ma anche lamiere. Un massiccio quantitativo di materiale è stato rimosso nel quartiere Paolo VI, nell’area di via De Gasperi.

L’intervento è stato effettuato congiuntamente da Kyma Ambiente e Polizia Locale di Taranto, la prima in azione con operatori, mezzi e un «ragno meccanico», la seconda con gli agenti della sezione ambientale per i rilievi e per presidiare la zona. Si tratta di un’attività che rientra nel più ampio programma di tutela del decoro urbano voluto dall’amministrazione Melucci.

Tutti gli ingombranti prelevati sono stati accumulati nelle ultime ore, probabilmente, in vista dei cosiddetti falò di San Giuseppe. Una circostanza che comporta gravi danni all’ambiente e pericolo per la cittadinanza: la combustione non controllata di questo materiale abbandonato, infatti, contenente vernici di ogni tipo, crea emissioni dannose, oltre a bruciare il terreno e la vegetazione circostante. Buona parte del materiale, tra cui numerosi pallet e bancali di legno, è stato trovato nascosto da cespugli e fogliame.

“Continua la sinergia con la Polizia Locale – il commento di Giampiero Mancarelli, presidente di Kyma Ambiente – per garantire igiene, decoro e sicurezza ai cittadini. In questa circostanza abbiamo rimosso una grande quantità di rifiuti che abbiamo sottratto, probabilmente, a chi avrebbe voluto incendiarli. Situazioni di questo genere creano un grave danno all’ambiente e alla gente. Teniamo alta l’attenzione e continueremo questi interventi”.

L’area oggetto dell’intervento, tra l’altro, è nei pressi di un campo da calcetto in costruzione e questo rappresenta un ulteriore pericolo. Nella circostanza, sono stati anche rimossi rifiuti di vario tipo e la superficie è stata ripulita dagli operatori di Kyma Ambiente. Gli interventi congiunti con la Polizia Locale continueranno anche nei prossimi giorni in altre zone della città.

“Non possiamo consentire che si generi pericolo per la cittadinanza – ha spiegato Cosimo Ciraci, assessore alla Polizia Locale di Taranto –stiamo monitorando diverse zone e continueremo a farlo. Dobbiamo garantire sicurezza e legalità ai cittadini, per questo abbiamo intensificato sopralluoghi, accertamenti e controlli”.

Articoli Correlati