sabato 22 Giugno 24

Giochi, Borraccino: “Il masterplan di Ferrarese è sostanzialmente quello di un anno fa”

Il consigliere del Presidente della Regione Puglia per l’attuazione del Piano Taranto, Cosimo Borraccino, sottolinea che sono poche le modifiche fatte all’elenco degli interventi redatto dal Comitato organizzatore

“L’elenco degli interventi da finanziare come prima tranche di 150 milioni di euro per Giochi del Mediterraneo, consegnato, in questi giorni, dal Commissario Ferrarese al Governo,  corrisponde sostanzialmente all’elenco già presentato dal Comitato dei Giochi oltre un anno fa e concordato con l’ex ministro Mara Carfagna. L’elenco è quindi coerente con il Master Plan predisposto dal Comitato fin dal 2020”.

Interviene con un comunicato ufficiale Cosimo Borraccino, consigliere del Presidente della Regione Puglia per l’attuazione del Piano Taranto, per “smentire la falsa narrazione circa l’inefficienza del lavoro svolto dal comitato organizzatore che, al contrario, ha svolto da tempo le attività di pianificazione e programmazione dell’evento sul piano sportivo, logistico e promozionale.  Infatti è questo il compito del comitato ovvero organizzare l’evento e non già costruire gli impianti sportivi il cui compito è demandato ai Comuni con il finanziamenti garantiti dallo Stato e dalla Regione. D’altronde anche Ferrarese indica i Comuni come soggetti attuatori e non si potrebbe fare diversamente in quanto i Comuni sono i proprietari degli impianti sportivi”.        

“Sottolineiamo che quello inviato da Ferrarese è un elenco di interventi finanziari per i primi interventi con i 150 milioni messi in dotazione da oltre un anno e mezzo dal Parlamento e dal precedente Governo- continua Borraccino – Il masterplan in realtà è un elaborato molto più complesso, predisposto dal comitato organizzatore fin dal 2020, che prevede l’individuazione degli impianti sportivi e degli altri siti organizzativi per i Giochi sulla base delle discipline sportive previste con una accurata mappatura che riguarda anche logistica e trasporti ed è parte integrante del programma organizzativo predisposto dal Comitato Organizzatore Taranto 2026 grazie alla collaborazione con gli Enti locali”.

Il consigliere sottolinea che Ferrarese ha seguito il masterplan già pronto da tempo e che le modifiche apportate sono poche.

Nello specifico: “Lo Stadio Iacovone, avrà un aumento dalla dotazione finanziaria già preannunciata di 10 milioni; il Pala Ricciardi , un aumento di 7 milioni e infine per il Tiro con arco a Crispiano,  di 5 milioni.Quindi, per compensare questi aumenti, sono stati stralciati alcuni interventi tra cui la palestra del quartiere paolo VI e il pattinodromo , che potrebbero essere finanziati con le ulteriori risorse che potrebbero arrivare successivamente”.

“Speriamo che – concluIl de Borraccino – dopo un anno di ritardi e interdizioni, il ministro Fitto abbia compreso che tutto quanto fatto finora è stato predisposto nell’interesse di Taranto e del territorio Jonico ma avrebbe un effetto positivo e di grande impulso per la Puglia e può consentire all’Italia di svolgere un ruolo guida nel bacino del Mediterraneo.  Noi, da parte nostra, continueremo fiduciosi, nello spirito di leale collaborazione istituzionale, a richiedere ulteriori risorse per dare non solo prestigio alla manifestazione internazionale ma aiutare le comunità coinvolte alla rinascita socio economica di Taranto”.

Articoli Correlati

Nascerà a Taranto la facolta universitaria di Farmacia

L'indiscrezione raccolta da CosmoPolis verrà ufficializzata nelle prossime settimane. Si vorrebbe ubicarla nel sito degli ex Baraccamenti Cattolica. Si faccia del capoluogo jonico il...