sabato 13 Luglio 24

Giochi, Turco: “Governo irresponsabile, ennesimo schiaffo a Taranto”

Il vicepresidente del M5S, Mario Turco, commenta la decisione del ministro dello Sport, Andrea Abodi, di lasciare il comitato organizzatore dei Giochi del Mediterraneo 2026

Si apprende con sgomento che anche il ministro dello Sport, Andrea Abodi, ha deciso di lavarsi le mani della XX Edizione dei Giochi del Mediterraneo di Taranto 2026, in quanto “sono venute meno le ragioni della presenza di un rappresentante del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri nell’attuale Comitato”. Quello che sta accadendo negli ultimi mesi in merito a quest’importante competizione sportiva internazionale ha del surreale. Si sta “politicizzando” una manifestazione e compromettendo il futuro di una comunità che, ancora oggi, aspetta l’occasione dei Giochi come volano di riconversione e crescita per il territorio. Una sorta di saloon da Far West dove ogni tanto qualcuno entra a “sparare” la sua, noncurante delle conseguenze delle sue azioni e delle sue parole”.

Questo il commento di Mario Turco, vicepresidente del MoVimento 5 Stelle, a seguito della decisione del ministro Abodi di uscire dal comitato organizzatore dei Giochi del Mediterraneo 2026, ufficializzata questa mattina.

“Il Governo – continua Turco – con questo ulteriore atto certamente premeditato, non fa che dilatare ulteriormente i tempi, puntando il dito contro il comitato organizzatore, con il rischio che a questo punto saltino gli impegni internazionali con inevitabili conseguenze di credibilità per l’intero Paese. Mentre si dovrebbe lavorare tutti insieme per assicurare la buona riuscita dei Giochi, da Roma, invece, si divertono a giocare a rimpiattino. Il Governo, per garantire il rispetto degli impegni e accelerare la realizzazione delle infrastrutture, aveva persino nominato un Commissario straordinario, che in questi diversi mesi non ha prodotto alcun risultato concreto”.

Secondo il senatore pentastellato “quest’ultima decisione del Governo di uscire dal Comitato Organizzatore, è l’ennesima dimostrazione della mancanza di responsabilità che regna a Palazzo Chigi, nonché dell’ennesimo schiaffo alla città di Taranto da parte dell’esecutivo del Presidente Meloni. Nell’ambito del Cis Taranto, che nel corso del Governo Conte II coordinavo in qualità di Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ho sostenuto la candidatura di Taranto ai Giochi e finanziato con 150 milioni di euro quest’imperdibile opportunità, ma adesso è in pericolo l’intera manifestazione sportiva, insieme alle prospettive di sviluppo del capoluogo ionico”.

” Se c’è qualcuno che corre nella direzione opposta – conclude Turco – non troverà di certo il benestare della città e del M5S. Ci aspettiamo che tutte le parti in causa antepongano gli interessi pubblici a quelli personali e “oscuri” che, velatamente, trapelano da questa vicenda”.

Articoli Correlati