giovedì 20 Giugno 24

Ospedale San Cataldo, mancano ancora all’appello 105 milioni di euro

Le Commissioni regionali Bilancio e Sanità hanno chiesto un incontro al Ministero della Salute per sbloccare la procedura di erogazione delle risorse

Si cerca di far pressione sul Ministero della Salute per sbloccare la procedura di erogazione dei 105 milioni di euro previsti per l’acquisto di arredi e attrezzature per l’ospedale San Cataldo di Taranto.

Accogliendo una proposta del consigliere regionale del Pd, Vincenzo Di Gregorio, infatti, le Commissioni Bilancio e Sanità della Regione Puglia hanno chiesto un incontro al Ministero in ordine allo stato della procedura di erogazione delle risorse.

“Deve essere impegno comune – sostiene Di Gregorio – quello di evitare che il cantiere del San Cataldo si blocchi. L’Asl di Taranto ha già bandito gare per 42 milioni di euro e ora, in assenza della necessaria disponibilità di cassa, i bandi giunti a conclusione rischiano di non potere essere aggiudicati con conseguente sospensione dei lavori. Un’altra possibilità che valuteremo è quella che la Regione Puglia possa anticipare le somme necessarie in attesa del finanziamento ministeriale. Quest’ipotesi sarà esaminata in una delle prossime sedute della prima commissione alla presenza dell’assessore Piemontese”.

Nessuna (buona) nuova in commissione Bilancio – commenta Massimiliano Di Cuia, consigliere regionale tarantino di Forza Italia – Nulla di nuovo per Taranto che continua ad aspettare. I 105 milioni di euro per l’acquisto delle attrezzature e degli arredi mancano ancora all’appello ed è quindi impossibile che si possa inaugurare la struttura il 31 luglio 2023. Ormai è chiaro ed è per la centralità della questione finanziaria che ho richiesto la presenza dell’assessore Piemontese in una commissione che sarà convocata a breve”.

Articoli Correlati