lunedì 22 Luglio 24

Puglia, Federalberghi: “La stagione turistica 2023 è andata male”

Secondo Francesco Caizzi, presidente di Federalberghi Puglia e vice presidente nazionale, lo scarso +5,5% di arrivi registrato deve essere spunto di azioni e interventi urgenti della Regione, che coinvolgano operatori del settore e associazioni di categoria

L’estate 2023 in Puglia “non è andata bene” sul fronte del turismo.

Lo afferma il presidente di Federalberghi Puglia e vice presidente nazionale, Francesco Caizzi, dopo aver analizzato i dati presentati dalla Regione Puglia al Ttg di Rimini.

    “Con 800 chilometri di coste è certamente il mare che traina il turismo pugliese e quest’anno apprendiamo – rileva Caizzi – che il mercato italiano ha preferito altre destinazioni a noi. Non si può acriticamente festeggiare un +5,5% di arrivi senza analizzare una situazione che, seppur salvata statisticamente dal turismo straniero e di fascia alta, ha messo in seria difficoltà le aziende ricettive di fascia medio bassa che sono arrivate a registrare anche un calo del 20% con valori mensile di -4, -5%”.
   

“La Regione – conclude – da sette anni ha ridotto le politiche turistiche a semplici provvedimenti centralizzati. Le associazioni di categoria sono state poco coinvolte, la promozione viene decisa centralmente da Pugliapromozione. Noi operatori del turismo ricettivo non possiamo essere ignorati dalle istituzioni. La Puglia ha urgente bisogno di un’agenda che comprenda azioni e interventi su: riqualificazione dei prodotti turistici, destagionalizzazione dei flussi, overtourism per evitare sovraffollamento e disagi delle destinazioni turistiche, politiche attive per l’occupazione per garantire lavoro stabile che vada oltre i tre mesi l’anno, formazione professionale, coordinamento tra Comuni e assessorati regionali di competenza sulle politiche della mobilità, dell’igiene e della sanità pubbliche”.

ANSA PUGLIA

Articoli Correlati

È vero che il talco provoca il cancro?

di Francesca Leoci A confermare la possibile associazione tra l’utilizzo del prodotto e il tumore alle ovaie è stata la Iarc Sebbene inizialmente sembrasse solo una...

Taranto, sequestrati circa 400 kg di cozze nere

La Polizia di Stato intensifica i controlli nell'ambito del progetto “Estate Sicura 2024” Si intensifica l’attività di controllo nell’ambito del Progetto “Estate Sicura 2024”, come...