mercoledì 24 Aprile 24

Gioiella Prisma Taranto, niente da fare contro Modena

Non riesce l’impresa alla squadra di coach Di Pinto, giunta in Emilia Romagna senza lo schiacciatore canadese Loeppky

Nulla da fare. La Gioiella Prisma Taranto torna a mani vuote dal PalaPanini dove viene sconfitta per 3-1 dalla Valsa Group Modena di Andrea Giani:non bastano ai rossoblu i 25 punti di Ibrahim Lawani, ancora una volta sugli scudi della formazione ionica, per evitare il nuovo ko, il quindicesimo in campionato. Gli ionici rimangono ultimi in classifica a pari punti con Siena a quota 14 (i toscani non sono scesi in campo dopo il rinvio del match con la Lube Civitanova a causa degli ultimi eventi sismici) ma accumulano un’altra lunghezza di distanza da Padova, sconfitta nel derby veneto per 3-2 da Verona.

IL MATCH. Coach Di Pinto deve fare a meno anche di Eric Loeppky: lo schiacciatore canadese è rimasto in riva allo Ionio dopo aver accusato in settimana dei sintomi influenzali e un problema al polso. Taranto sfrutta per la maggior parte dei suoi attacchi l’opposto Lawani, ma Modena risponde con Stankovic e Sanguinetti (13-10). Bruno piazza l’ace, Rinaldi sfrutta le mani a muro di Lawani per allungare. Il francese accorcia fino al 17-15, poi gli emiliani sfruttano alcuni errori al servizio dei rossoblu e chiudono il set 25-22.

Lagumdzja e Bruno portano Modena sul 5-2 in avvio di secondo set, il solito Lawani coadiuvato a sprazzi dal collega di reparto Antonov pareggiano sull’8-8. Lagumdzja e il doppio ace di Ngapeth ammazzano psicologicamente gli ionici, che non riescono a reagire nella parte centrale del set: Taranto accusa lo svantaggio e cede 25-16.

La reazione giunge nel terzo parziale: partono meglio i canarini, poi i rossoblu riacciuffano la parità con Lawani (6-6). L’ace di Falaschi porta Taranto sull’11-14, Andreopoulos incrementa con un ace prima del rientro degli emiliani con Ngapeth e Rinaldi (17-19). Taranto stavolta non molla, cresce Andreopoulos che contribuisce alla conquista del set che riapre il match (20-25).

Gli ionici provano a partire col piede sull’acceleratore con Lawani, sfruttano un paio di errori e si portano sul +3 nel quarto set (1-4). Un calo di concentrazione permette a Modena di pareggiare i conti (5-5), poi i gialloblu scappano sul 10-8 e obbligano Taranto alla sospensione. Gli emiliani toccano il +6 (17-11) con un attacco out di Lawani, Taranto rientra fino al -4 (20-16) ma non basta. L’errore al servizio di Alletti consente alla squadra di Giani di chiudere il set 25-18 e conquistare i tre punti mentre Taranto torna a casa, ancora una volta, a mani vuote. Sabato prossimo alle 18, al PalaMazzola, lo scontro salvezza contro Siena: vincere può essere l’unico spiraglio per mantenere la Superlega.

VALSA GROUP MODENA-GIOIELLA PRISMA TARANTO 3-1 (25-22, 25-16, 20-25, 25-18)

VALSA GROUP MODENA: Mossa De Rezende 2, Ngapeth 15, Sanguinetti 8, Lagumdzija 16, Rinaldi 15, Stankovic 6, Sala 1, Salsi 0, Rossini (L), Rousseaux 0. N.E. Gollini, Bossi, Krick, Marechal. All. Giani.

GIOIELLA PRISMA TARANTO: Falaschi 4, Andreopoulos 12, Larizza 5, Lawani 25, Antonov 8, Alletti 1, Pierri (L), Ekstrand 0, Rizzo (L), Gargiulo 0, Cottarelli 0. N.E. Stefani. All. Di Pinto.

ARBITRI: Pozzato, Rossi. NOTE – durata set: 25′, 21′, 29′, 27′; tot: 102′.

Articoli Correlati