sabato 13 Luglio 24

Ex Ilva, niente blocco del gas fino al 10 gennaio 2024

La sospensiva prorogata è da intendersi in via interlocutoria e il Tar ha chiesto una relazione all’Arera, l’Autorità per l’energia e le reti

Acciaierie d’Italia, ex Ilva, avrà gas per gli impianti e le esigenze produttive sino al 10 gennaio 2024. Non ci sarà alcuna interruzione nell’immediato.

Oggi il Tar della Lombardia, prima sezione, con un’ordinanza cautelare ha confermato la sospensiva del blocco della fornitura del gas come già deciso nell’udienza di fine ottobre con decreto monocratico del presidente Antonio Vinciguerra. Per il 10 gennaio prossimo il Tar ha fissato la camera di consiglio.

La sospensiva prorogata è da intendersi in via interlocutoria e il Tar ha chiesto una relazione all’Arera, l’Autorità per l’energia e le reti. La fornitura del gas per gli impianti dell’ex Ilva, che Snam Rete Gas voleva interrompere, è tornata l’8 novembre davanti al Tar della Lombardia dove Acciaierie ha fatto ricorso con l’impugnazione.

Dopo aver sospeso alla fine del mese scorso l’efficacia dei provvedimenti dell’Arera e di Snam Rete Gas, il Tar lombardo ha infatti tenuto l’altro ieri la camera di consiglio. L’ex Ilva ha impugnato i due provvedimenti chiedendo la sospensiva. La cosiddetta discatura sulla rete, ovvero il blocco a monte della fornitura di gas, sarebbe dovuta avvenire l’8 novembre ed era già stata comunicata all’ex Ilva.

Contestato tra l’altro da Acciaierie anche il provvedimento di Arera del 7 settembre scorso “che ha accolto soltanto parzialmente (sino al 30.09.2023) la richiesta di deroga al termine di sessanta giorni previsto dalla deliberazione 249/2012/R/gas per l’erogazione del Servizio di Default Trasporto presentata da Acciaierie d’Italia S.p.A. in data 2 agosto 2023 con richiesta di estensione del servizio almeno sino al 31.12.2023”. (AGI)

 

Articoli Correlati