lunedì 22 Luglio 24

Maiorano, “Da Melucci ed Emiliano solo propaganda”

“Mi spiace che il governatore sia andato a raccontare al commissario europeo queste baggianate che dimostrano la sua superficialità e faciloneria nell’affrontare una questione molto più seria di lui”

 “Spiace che il presidente Emiliano e il sindaco di Taranto Melucci non abbiano voluto coinvolgere anche esponenti di altri partiti ma soprattutto di governo nel loro incontro con il Commissario europeo  Elisa Ferreira, trasformando così anche questo appuntamento in un’occasione di campagna elettorale e di attacco al governo, a cui poi continuano a bussare a denari. Spiace perché avremmo avuto modo di smentire alcune dichiarazioni da loro fatte”. Così in una nota l’onorevole di Fratelli d’Italia, Giovanni Maiorano.

“Leggo ad esempio le parole di Emiliano contro il definanziamento del miliardo alla società Dri Italia. Eppure solo due settimane fa di fronte al ministro Pichetto si diceva convinto della decisione presa dal governo. Come funziona Emiliano, in presenza del governo ne tesse le lodi, e in assenza straparla senza possibilità di difesa? Allora glielo spiego per l’ennesima volta: da oltre due anni la commissione europea aveva stabilito che i fondi del Pnrr non potevano finanziare impianti hard to abate a gas. Invece Emiliano ha continuato a blaterare di un idrogeno green che non esiste, finché il commissario Von DerLeyen a luglio scorso a una interrogazione ha risposto ancora una volta che con il Pnrr non si potevano finanziare impianti per Ilva a gas. Per questo il ministro Fitto è stato costretto a correggere l’errore del governo precedente. – Sottolinea Maiorano.

“Leggo ancora da Emiliano: ‘abbiamo parlato dell’assurda decisione del governo di definanziare la realizzazione della costruzione dei due nuovi forni a riduzione diretta’. Caro Emiliano i forni sono ad arco, la riduzione diretta è un’altra cosa, e in ogni caso chiedo al governatore: ‘quando e dove e soprattutto perchè il governo avrebbe dovuto finanziare i due forni elettrici a una società terza? Ho letto tutti i documenti previsti da tutti i governi e mai è stato previsto che il governo finanziasse i forni elettrici come ieri millantato da Emiliano. – Afferma l’onorevole di Fratello d’Italia – Leggo ancora che secondo Emiliano sarebbe stata definanziata ‘l’Ilva in amministrazione straordinaria guidata da Franco Bernabè’. Cosa c’entra l’amministrazione straordinaria? Sa che non è possibile per legge finanziare un’amministrazione straordinaria? E sa che non la guida Bernabè ma i commissari straordinari nominati dal governo Conte?

Ecco mi spiace che Emiliano sia andato a raccontare al commissario europeo queste baggianate che dimostrano la sua superficialità e faciloneria nell’affrontare una questione molto più seria di lui. Per fortuna ci ha pensato il presidente Mattarella a fare i complimenti al ministro Fitto sul Pnrr, a differenza di Emiliano.

Quanto ai fondi per il Mezzogiorno, ancora non ha capito che il problema non è quanti ne ha spesi, ma come. Esattamente come leggo che si vorrebbero utilizzare gli 800 milioni del JTS solo per Taranto in progetti ancora una volta che di altisonante hanno solo il nome. Questa città, dal commercio al turismo, sta morendo per colpa del numero enorme di cassintegrati e disoccupati. – Conclude Maiorano – Quegli 800 milioni di jts servono a un solo scopo: creare occupazione. Il sindaco Melucci e il presidente Emiliano al commissario Ferreira e ai cittadini devono dire solo una cosa: quanti lavoratori occuperanno stabilmente con quelli 800 milioni?”

Articoli Correlati

Fuggiano: “Una classe dirigente giovane e preparata, questa la vera priorità del Paese”

Intervista al responsabile nazionale "commercio" dell'Udc. "Taranto ha mostrato un dinamismo culturale inconsueto con la nascità di nuove associazioni di categoria. L'Amministrazione Melucci? Con...