sabato 22 Giugno 24

Cj Basket Taranto, Coach Olive fa da scudo: “Responsabilità sono le mie”

Il secondo stop consecutivo non va giù al tecnico che però difende il gruppo

La doppia sconfitta rimediata nelle prime due uscite del duemilaventitre suona come un chiaro campanello d’allarme in casa CJ Basket Taranto. Fa rumore l’ultimo stop incamerato dai ragazzi coach Olive che dopo la battuta d’arresto di Roma non sono riusciti superare Cassino, rovinando seppur parzialmente un girone d’andata che tutto sommato aveva sorriso ai rossoblu.

Non cerca scuse nell’analizzare la sfida, Davide Olive che si assume tutte le responsabilità di una batosta che pesa anche in ottica playoff: “Nei primi due quarti credo che abbiamo offerto la peggiore prestazione casalinga della stagione: quando la squadra non gioca bene, me ne assumo sempre le responsabilità. Siamo stati troppo lenti e abulici in attacco, in difesa non abbiano avuto energia nel contrastare l’uno contro uno, specie in post basso, per fermare i giocatori di Cassino come Milosevic e Kekovic. È chiaro che quando in uno scontro diretto si va negli spogliatoi in svantaggio di undici lunghezze, dando tutta quella fiducia alla squadra avversaria, si fa fatica a provare a rientrare in partita – continua coach Olive -. Loro hanno continuato, anche nel terzo quarto, ad avere buone medie da tre punti e maggior forza fisica negli attacchi individuali. Noi non ne avevamo rispetto a loro. Per provare a vincere con una squadra di questo livello occorreva giocare una buona pallacanestro, purtroppo non l’abbiamo fatto. Mi assumo le colpe di questa sconfitta, poi cercherò di capire con la squadra perché non ci siamo espressi a determinati livelli”.

Il tecnico poi guarda all’immediato futuro masticando ancora amaro però per i ko che non hanno consentito a Cena e soci di girare a quota diciotto: “Potevamo e dovevamo arrivare almeno a 18 punti al giro di boa. Questo campionato continua a insegnare che non bisogna mai dare nulla per scontato. Ogni squadra vuole provare a mantenere questa B1 per la prossima stagione. Cassino ha messo in campo Cepic, che fino alla settimana scorsa giocava in A2 con San Severo: è stato abbastanza impattante nell’economia della gara. Il campionato è equilibrato, non ci siamo buttati giù quando abbiamo perso tre partite di fila, non ci siamo esaltati dopo averne vinte quattro. Continuiamo a stare lucidi partita dopo partita, soprattutto dobbiamo tornare ad allenarci nella maniera giusta”.

Articoli Correlati

Taranto, tutto attorno a Capuano

La conferma del tecnico, ufficializzata dal presidente Giove ai nostri taccuini, stappa la stagione dei rossoblu. Dodici i calciatori sotto contratto all’uno luglio La volontà,...