sabato 13 Luglio 24

Puglia, Edison Next: “Con la decarbonizzazione risparmio energetico e tutela dell’ambiente”

Questa mattina a Bari prima tappa del roadshow organizzato da Edison e Anci Puglia, durante la quale sono stati presentati i dati emersi dallo studio “Le opportunità della decarbonizzazione in Puglia”

Prima tappa del roadshow territoriale organizzato da Edison e Anci Puglia, questa mattina a Bari, con l’obiettivo di supportare le Pubbliche Amministrazioni nella decarbonizzazione di edifici pubblici, porti, illuminazione pubblica e nella diffusione della mobilità sostenibile.

Un percorso che proseguirà facendo tappa nelle province di Taranto, Brindisi, Lecce, Foggia, Bari e Barletta-Andria-Trani, secondo quanto previsto dal Protocollo d’Intesa, siglato da Edison Next e Anci Puglia.

In occasione della tappa barese sono stati presentati i dati risultanti dallo studio “Le opportunità di decarbonizzazione della Puglia”, condotto da Edison Next e dal il Politecnico di Milano sul territorio pugliese.

Dallo studio è emerso che “attuando progetti di decarbonizzazione ogni anno in Puglia sarebbe possibile evitare 809mila tonnellate di emissioni di Co2 e di risparmiare energia pari a 879 gigawatt ora, che significano 124 milioni di euro in meno di spesa energetica”.

Riguardo l’illuminazione pubblica è emerso che sarebbe possibile ridurre l’80% dei consumi nella regione, con una diminuzione delle emissioni pari a circa 68mila tonnellate l’anno di Co2 e un risparmio economico di 48 milioni di euro.

La mobilità sostenibile, invece, si fonda sull’incremento dei veicoli elettrici circolanti pari a 235mila e all’installazione di duemila nuovi punti di ricarica, che poterebbe a una riduzione delle emissioni pari a 537mila tonnellate l’anno.

Infine nei principali porti pugliesi (Bari, Brindisi e Taranto) sono state individuate aree parcheggio ed edifici utilizzabili per l’installazione di impianti fotovoltaici, oltre che interventi per l’efficientamento dell’illuminazione e l’elettrificazione delle banchine.

Il risultato è sintetizzabile in 7,7 milioni di euro in meno l’anno di costi energetici e in una riduzione delle emissioni nocive pari a 57mila tonnellate l’anno.

Fonte: Press Regione Puglia

Articoli Correlati