giovedì 20 Giugno 24

Pronto soccorso, “Ok a potenziare medicina di base”

“La maggior parte degli accessi dell’utenza è costituita da codici verdi”

“Diamo atto al collega Di Cuia di essere un megafono in Regione delle questioni che più attanagliano la nostra comunità e condividiamo le sue proposte per migliorare le condizioni di lavoro degli operatori e la qualità del servizio nel nostro pronto soccorso”. Cosi in una nota i consiglieri comunali del Gruppo Misto di Minoranza Francesco Cosa, Walter Musillo e Mimmo Festinante commentano la proposta presentata ieri in Regione.

“Durante l’audizione in Commissione Sanità, Di Cuia ha chiesto all’assessore regionale Palese se ci siano risorse per potenziare la medicina di base e questa è una strada utile a decongestionare i pronto soccorso. – precisano Cosa, Musillo e Festinante –  Infatti, la maggior parte degli accessi dell’utenza è costituita da codici verdi, il che significa che i cittadini ben potrebbero, in alternativa, rivolgersi ai medici di base. Questi ultimi, però, sono troppo pochi ed è la ragione per la quale hanno manifestato i giorni scorsi. E’ chiaro che siano le conseguenze dell’assenza di una rete di medicina territoriale in grado di fare da filtro tra l’ospedale e la medicina di base e che nulla è stato fatto su questo fronte. – aggiungono i consiglieri del Gruppo Misto – Detto ciò, quindi, se rimpolpare le unità della medicina di base può realmente concorrere a decongestionare gli accessi in pronto soccorso, è evidente che ne beneficerebbero non solo gli utenti, sottoposti a tempi di attesa ridotti, ma anche il personale medico e infermieristico: le cronache raccontano di episodi di violenza e tensioni ormai quotidiane in danno degli operatori sanitari in un clima di generale esasperazione”.

Articoli Correlati