venerdì 23 Febbraio 24

Sospensione spazzamento notturno, FdI: “La responsabilità politica è del sindaco Melucci”

Giampaolo Vietri, capogruppo del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, commenta l’interruzione della pulizia notturna delle strade di Taranto a causa della mancanza di personale e al blocco del concorso di Kyma Ambiente

“Il Comune ha sospeso il servizio di spazzamento notturno: si è verificato dunque quanto avevamo temuto nei mesi scorsi quando convocavamo il sindaco per riferire con urgenza in merito nella commissione di garanzia e controllo del Comune”. Così Giampaolo Vietri, capogruppo del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, ha commentato l’annuncio dell’interruzione del servizio di pulizia notturna delle strade della città.

Vietri spiega di aver interpellato l’amministrazione comunale già durante lo scorso novembre, a seguito della sospensione del concorso di Kyma Ambiente, chiedendo come si intendesse garantire i servizi, dal momento che il 31 gennaio sarebbero scaduti i contratti a termine di una trentina di lavoratori somministrati che erano impegnati nel servizio di raccolta rifiuti. Lavoratori che, appunto, dovevano essere sostituiti dai vincitori del concorso ad oggi ancora bloccato.

“Abbiamo convocato formalmente il sindaco – scrive il capogruppo di FdI – con una lettera del due dicembre scorso; abbiamo inviato, successivamente, un sollecito, essendo trascorsi due mesi e mezzo senza che il sindaco Melucci abbia mai riscontrato la nostra istanza, nonostante sia stato convocato nella sua qualità di sindaco, di rappresentante del socio unico dell’Amiu ed essendo a capo della struttura di controllo delle società partecipate. Chi viene invitato e si sottrae come fa Melucci viola i principi e le regole di partecipazione, atteso che la commissione di garanzia è istituita per legge. Oggi, quindi, si è verificato ciò che avevamo previsto senza che l’Amiu abbia adottato soluzioni: i somministrati non sono stati sostituiti, il personale della pulizia notturna è stato trasferito ad altre attività e si è sospeso un servizio pubblico, quale lo spazzamento notturno, per mancanza di personale”.

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia chiede ora al sindaco di Taranto di comunicare cosa avverrà ad aprile, quando altri settanta lavoratori somministrati termineranno i contratti, e soprattutto come si riuscirà a garantire la continuità dei servizi.

“Ormai è noto il modus operandi del sindaco – attacca Vietri – si sottrae al confronto e disconosce le proprie responsabilità. Sono tre mesi che Melucci si defila non avendo il coraggio di metterci la faccia. La responsabilità politica di questa situazione è esclusivamente in capo a Melucci, per questo rilanciamo le nostre richieste di confronto, le nostre preoccupazioni, pretendiamo risposte e se il sindaco continuerà a negarsi nelle sedi istituzionali proposte al controllo dell’azione amministrativa torneremo con maggiori argomentazioni dal prefetto”.

“La speranza – conclude – è che ci sia ancora tempo e volontà di risolvere rapidamente il problema della forza lavoro occorrente per continuare a garantire la raccolta rifiuti ed il servizio di igiene urbana di cui la città necessità. Noi continueremo a vigilare per scongiurare la totale deriva dell’Amiu, azienda che svolge attività essenziali per tutti quanti noi”.

Articoli Correlati