venerdì 19 Aprile 24

CJ Basket Taranto, Ruvo troppo superiore

I rossoblù provano a restare in partita, ma la maggior qualità offensiva di Ruvo viene fuori già nel secondo quarto, arrivando poi sul +27 nel terzo periodo. Decisiva la maggior fisicità della Tecnoswitch e il solito Jackson 17 da punti. Prossimo appuntamento domenica 7 aprile alle 18:00 al PalaMazzola contro Padova

Dopo l’eccellente prestazione nel turno infrasettimanale, il CJ Basket Taranto torna al PalaMazzola e ospita la Tecnoswitch Ruvo di Puglia nell’ultimo derby pugliese stagionale, valido per la trentunesima giornata del Girone B di Serie B Old Wild West 2023/24.
Lo starting five dei rossoblù è composto da Conte, Ragagnin, Reggiani, Kovachev e Ambrosin, mentre gli ospiti cominciano la sfida con Galmarini, Toniato, Contento, Jackson e Leggio.

Le squadre vengono da due sfide giocate, e perse, negli ultimi possessi mercoledì sera, con gli jonici a sfiorare l’impresa, e ottenere il primo successo del nuovo anno, e gli ospiti a perdere la testa della classifica, scivolando momentaneamente al terzo posto, ad una sola vittoria di distanza dalla vetta.

L’avvio di gara vede i ragazzi di coach Cottignoli provare a correre e spingere sulle ali dell’entusiasmo dell’ultima prestazione, riuscendo a restare col muso avanti per buona parte di prima frazione, almeno fino a quando un parziale di 9-1 condotto dai lunghi di Ruvo, Galmarini e Leggio, permette agli ospiti di tentare un primo allungo. Taranto resiste grazie alla grinta del suo capitano e i punti del solito Reggiani e chiude sotto di 7 lunghezze (16-23).

Nel secondo quarto comincia a farsi vedere tutto il maggior talento offensivo degli ospiti, squadra prima per punti di media e percentuali dall’arco, che sfruttano i primi segni di fisiologica fatica per allungare fino al +17 a suon di triple con Jackson, Toniato ed Eliantonio. Le due squadre vanno al riposo all’intervallo lungo sul punteggio di 35-48, nel quale pesano le percentuali migliori degli ospiti e il dominio nel pitturato.

Al rientro dagli spogliatoi, i padroni di casa vivono un periodo di siccità offensiva, trovando i primi due punti del quarto dopo 4 minuti e mezzo di gioco, periodo nel quale Jackson si accende e mette a bersaglio triple da scorer puro che danno il via al momento spartiacque della gara. Ruvo arriva a toccare anche il +27, salvo poi vedersi rosicchiare qualche punto dal CJ. Il terzo quarto si chiude sul 46-64.

Il quarto periodo procede sulla falsa riga della frazione precedente, con i ritmi che calano piano piano per la fatica che si fa sentire ambo le parti. Da registrare l’espulsione di Galmarini per protesta, situazione che ha scatenato una reazione a catena con conseguente tecnico anche a coach Cottignoli. La situazione poi si è subito calmata e si è ripreso a giocare gli ultimi 3 minuti.

Il CJ Basket perde 65-88 contro una Ruvo di Puglia che dimostra la propria superiorità di roster, non solo a livello numerico, ma anche tecnico, come dimostra il pazzesco 14/32 dall’arco contro il 7/33 dei padroni di casa. A fare la differenza è stata anche la maggior fisicità di Ruvo, non pareggiabile da Taranto, che non ha un lungo di ruolo, con Leggio (14 punti, 6 rimbalzi), Galmarini (9 punti, 10 rimbalzi) ed Eliantonio (12 punti con 100%FG) a dominare nel pitturato. L’MVP è il solito Jackson, neanche a dirlo top scorer con 17 punti e 5/11 da 3 in soli 25 minuti (tenuto a riposo tutto il quarto periodo). Determinanti anche Contento (13 punti, 6 rimbalzi, 5 assist) e Toniato con la loro esperienza. Al CJ Basket non bastano i 16 punti di Reggiani e un Conte da 12 punti, 9 rimbalzi e 3 assist. Si torna in campo domenica 7 aprile alle 18:00 al PalaMazzola contro Padova.

CJ Basket Taranto (coach Mario Cottignoli): 65
Francesco Reggiani 16, Gianmarco Conte 12, Giovanni Ragagnin 11, Matteo Chiapparini 11, Matteo Ambrosin 9, Martin Kovachev 4, Eugenio Gigante 2, Francesco Montanaro 0, Matteo Minelli 0, Stefano Pichierri n.e.

Tecnoswitch Ruvo di Puglia (coach Paolo Giovanni Ambrico): 88
Darryl Joshua Jackson 17, Gianmarco Leggio 14, Marco Contento 13, Luca Toniato 13, Giacomo Eliantonio 12, Manuel Diomede 10, Lorenzo Galmarini 9, Armin Mazic 0, Giacomo Granieri 0, Mario José Ghersetti n.e., Ilia Boev n.e.

Articoli Correlati