sabato 15 Giugno 24

Rizzo, Sanitaservice: “Atteggiamento schizofrenico e incoerente di Cgil, Cisl e Uil Sanità”

Per il sindacalista tarantino l’anomalia non risiede nell’assunzione attuale, ma nel fatto che siano stati assunti prima i lavoratori presenti nella graduatoria

“Atteggiamento schizofrenico e incoerente quello di Cgil, Cisl e Uil settore sanità, che a  Lecce, Bari e Brindisi,  difendono i precari e a Taranto ne chiedono l’esclusione. Atteggiamento che mette in discussione la mission del sindacato stesso, cioè quella di tutelare il lavoro, arginare il precariato e creare condizioni serene e improntate al rispetto dei diritti sindacali. Ora, di fronte alle ultime dichiarazioni in merito alla Sanitaservice, o non hanno letto le carte o, peggio, operano in maniera ambigua, in quanto parlano di una Lotteria”. Interviene così con una nota il Segretario confederale USB, Franco Rizzo.

Rizzo sottolinea come i lavoratori in questione provengano da una graduatoria e da una selezione, e non siano quelli sorteggiati, e secondo quanto detto dall’Avvocatura Regionale, avevano maturato il diritto ancor prima dei 40 assunti nell’ambito del concorsone. “L’anomalia quindi non sta nell’assunzione attuale, ma nel fatto che sono stati assunti prima quelli della graduatoria. Queste sono ovviamente informazioni di cui sono in possesso gli altri sindacati, che conoscevano in via informale infatti il parere da fine gennaio”. – Afferma il sindacalista – “Quindi, o sono in confusione o agiscono fingendo e, fatto gravissimo, tentano di generare insane guerre tra poveri, piuttosto che perorare la causa del Lavoro”.

Franco Rizzo si svolge poi al consigliere regionale Di Gregorio al quale chiede di non intervenire nelle scelte della Sanitaservice e di essere coerente rispetto a quello che ha detto davanti all’assessore regionale alla Sanità, Rocco Palese, quando denunciò le ingerenze della politica.

“Le eviti quindi. Di Gregorio peraltro, prima di parlare di uguali diritti e dignità, dovrebbe sapere che gli stessi non vanno difesi in maniera intermittente e a convenienza”. Conclude il Segretario confederale USB.

Articoli Correlati