giovedì 20 Giugno 24

Martina, Pizzulli: “Manchiamo di cattiveria”. Ancora: “Orgoglioso di questa maglia”

Il tecnico prova ad analizzare la sconfitta rimediata contro le serpi sette giorni addietro, ponendo massima attenzione al prossimo impegno

Archiviata la sconfitta di Casarano il Martina si rituffa nel campionato. La compagine della Valle d’Itria sarà di scena nel pomeriggio di domenica al Tursi contro il Lavello per una sfida intensa, alla quale Ancora e soci chiedono importanti punti salvezza.

Massimo Pizzulli prova ad analizzare la sconfitta rimediata sette giorni addietro contro le serpi, ponendo massima attenzione al prossimo impegno: “La gara di domenica ci lascia in dote qualche certezza in più. Abbiamo incontrato una squadra fortissima composta da calciatori di spessore, ma siamo stati capaci di offrire una prestazione davvero molto importante riuscendo a strappare gli applausi dei nostri sostenitori che ci hanno seguito fino a Casarano. Sono dell’idea che ai punti avremmo meritato almeno un pareggio ma è sempre il campo a decidere, continuiamo a lavorare come facciamo da inizio stagione e sono certo che ci toglieremo delle soddisfazioni. Cosa abbiamo pagato? La loro cattiveria, quella ha fatto la differenza. Inutile continuare a parlare del passato, siamo sempre più convinti del nostro lavoro e dobbiamo dare seguito a questo concetto, già a partire da domani”.

Non solo i temi del campo a condire la conferenza stampa di Pizzulli che al suo fianco eccezionalmente aveva Cristiano Ancora, che nella gara contro i lucani toccherà le cento presenze in biancazzurro: “È un traguardo che mi inorgoglisce, questa casacca è la mia seconda pelle. Il ricordo più bello senza dubbio la prima gara in serie D. Tre anni fa giocavamo in campetti sperduti, portando con orgoglio lo stemma del Martina sul petto, allo stesso modo ci comportiamo in Serie D orgogliosi di quanto riusciamo a fare. Il ritiro? Lo vedo ancora molto lontano”

Articoli Correlati