lunedì 26 Febbraio 24

Ospedale San Cataldo, Stellato: “La Regione anticipi le risorse necessarie al completamento”

Per l’esponente di Italia Viva è giusto che si faccia quadrato per stringere i tempi perchè la salute non può attendere

“Stop ai rinvii sul nuovo ospedale s. Cataldo di Taranto. Le continue proroghe dei tempi di consegna sono ingiustificabili davanti alle richieste di salute dei tarantini, che meritano una sanità efficace e moderna”.

Lo ha dichiarato oggi a Bari,  in conferenza stampa, Massimiliano Stellato, consigliere regionale di Italia viva.

“Ad oggi – prosegue Stellato- non è ancora possibile stabilire un termine per l’entrata in funzione del nuovo ospedale, visto che la consegna dei lavori è già slittata, dopo ripetuti rinvii, a fine luglio 2023. Servono ancora 105 milioni di euro per arredi e attrezzature fatto, questo, che rende impossibile alla Asl aggiudicare le rispettive gare e genera il blocco del restante 15 per cento dei lavori edili”.

Per questo il consigliere regionale ha chiesto che sia la Regione ad anticipare la quota di finanziamento di  competenza del Ministero (ex articolo 20 delibera Cipe). La richiesta dell’accordo di programma ministeriale per l’utilizzo dei fondi necessari è arrivata solo qualche mese fa, quindi in ritardo rispetto allo start dei lavori di costruzione.

“Questa fase di stallo è un danno alla comunità di Taranto e provincia, a cui tutti riconoscono la giusta priorità in termini di risposta di salute, per la sua emergenza sanitaria ed ambientale”. – Conclude Massimiliano Stellato – “È giusto su questo che la Puglia faccia quadrato per stringere i tempi, e che la Regione anticipi le risorse necessarie. La salute, almeno quella, non può attendere”.

Articoli Correlati

Rinnovo Consiglio provinciale, presentata la lista di Fratelli d’Italia

Il presidente provinciale del partito, Dario Iaia, ha ribadito la compattezza della coalizione di centrodestra Stamattina è stata depositata la lista di Fratelli d’Italia in...