mercoledì 24 Aprile 24

Pugilato, Taranto premia il campione italiano Giovanni Rossetti

Il sindaco Melucci e l’assessore allo Sport, Gianni Azzaro, hanno consegnato al campione tarantino un premio che simboleggia il riconoscimento dei meriti sportivi da parte della città

“Un figlio di Taranto, uno di quegli atleti capaci di farci sognare e appassionare a uno sport tanto nobile come il pugilato”.

Con queste parole il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci ha accolto il campione italiano professionisti Giovanni Rossetti, il pugile tarantino che a soli ventidue anni ha già vinto un Titolo italiano pesi medi e un Titolo mondiale youth UBO.

In segno di riconoscimento per il valore sportivo mostrato in un 2022 ricco di successi e di emozioni e per le due cinture conquistate, il 6 febbraio Rossetti è stato invitato con il suo maestro Cataldo Quero al Palazzo di Città per la consegna di un simbolo di Taranto da parte del sindaco e dell’assessore allo sport Gianni Azzaro, alla presenza inoltre del consigliere della Quero-Chiloiro Giovanni Semeraro.

Giovanni Rossetti ha conquistato il Titolo italiano pesi medi lo scorso 23 dicembre a Reggio Emilia contro l’ex campione in carica Carlo De Novellis, vincendo il match per ko tecnico all’ottava ripresa dopo un’eclettica dimostrazione sul ring del suo talento nella noble art e della sua capacità di usare i guantoni tanto con eleganza tecnica quanto con incisiva aggressività; intanto, in questi giorni, è stata annunciata la data della sua prima difesa che sarà contro il triestino Luca Chianchione il 14 aprile 2023 e si svolgerà a Santa Marinella in provincia di Roma, nell’organizzazione della Promo Boxe Italia del procuratore Mario Loreni. Si tratterà di un’altra sfida importante per Rossetti, che ha già avviato la preparazione e con il maestro Quero sta studiando il suo avversario per tenere a casa la cintura e far crescere il suo record che al momento è di 11 vittorie di cui 4 ko e 1 sconfitta; d’altronde non è da meno Chiancone, conosciuto come un pugile duro, venticinquenne e con una carriera rosea da dilettante, – al momento, – imbattuto da professionista con un record di 7 vittorie di cui 3 ko e 1 pari.

Articoli Correlati