lunedì 20 Maggio 24

Taranto, oltre 20 indagati per il concorso sospetto di Kyma Ambiente

A breve saranno notificati gli avvisi di garanzia, i magistrati inquirenti chiedono altro tempo per le indagini

Sarebbero oltre 20 le persone indagate nell’inchiesta sul concorso sospetto di Kyma Ambiente a Taranto.

I magistrati inquirenti hanno chiesto e ottenuto dal Gip Alessandra Romano una proroga temporale per le indagini, che hanno avuto inizio a novembre dello scorso anno, a seguito dell’irruzione dei poliziotti nei locali della ex Saram, dove era appena terminata la terza prova del concorso.

Gli investigatori basarono le attività investigative su un bigliettino nel quale erano contenuti una serie di nominativi, ritenuti probabilmente candidati segnalati che il dirigente Rocco Scalera, all’epoca Responsabile unico del procedimento, avrebbe tentato di favorire.

In vista della scadenza dei 12 mesi dalla iscrizione nel registro degli indagati dei primi nomi in questi giorni alle persone coinvolte nell’inchiesta saranno notificati gli avvisi di garanzia è proprio da questi documenti,secondo quanto risulta dalla Gazzetta del Mezzogiorno, che emerge l’ipotesi di reato di corruzione contestato dagli inquirenti. Non ancora chiaro se questo di aggiungerà o sostituirà a quello di truffa già contestato a Scalera.

Al nome di Scalera si aggiungerebbero ora diversi nomi di candidati, ma anche esponenti della politica locale e non.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Articoli Correlati